Beelzebub-jou no Okinimesu mama. Episode 5 | The Hate U Give (2018) | Kiss to My Prince

IL SETTIMO SIGILLO

Titolo originale: DET SJUNDE INSEGLET

share

IL SETTIMO SIGILLO è un film di genere drammatico, fantasy del 1957, diretto da Ingmar Bergman, con Gunnar Björnstrand e Bengt Ekerot. Durata 95 minuti. Distribuito da GLOBE - SAN PAOLO AUDIOVISIVI.

VOTO DEL PUBBLICO
Grazie del tuo voto
VALUTAZIONE

4.4 di 5 su 25 voti


TRAMA IL SETTIMO SIGILLO:

Antonius Block, nobile cavaliere svedese, che recatosi come crociato in Terrasanta, vi ha passato dieci anni della sua vita, ritorna ora nel suo Paese. Sbarcato sulla spiaggia svedese, trova ad attenderlo la Morte, che ha scelto questo momento per portarselo via; ma Antonius, che durante gli anni vissuti in Terrasanta, tra battaglie cruente e lotte intime, ha sentito vacillare la propria fede, non vorrebbe morire prima di aver superato la crisi spirituale che lo travaglia. Egli propone quindi alla Morte di giocare con lui una partita a scacchi: sarà pronto a seguirla nel momento in cui dovrà dichiararsi vinto. S'inizia la partita e tra una mossa e l'altra il cavaliere continua il viaggio verso il suo castello. Inoltrandosi nel Paese, Antonius si rende conto delle desolate condizioni in cui si trova la Svezia: infuria infatti una terribile pestilenza che distrugge interi villaggi. Gli uomini in preda alla disperazione, incerti della vita, timorosi del futuro, si abbandonano alle violente pratiche dei flaggellanti o cercano di spremere dall'attimo fuggente la maggior dose di piacere inebriante. In mezzo a queste diverse esaltazioni, Antonius scopre una piccola famiglia di attori girovaghi, composta da padre, madre ed un bimbo: questi esseri, sorretti da un sincero sentimento di reciproco affetto, sembrano estranei alla tragedia che coinvolge tutti gli altri. Prosegue intanto la partita a scacchi, e Antonius Block, incalzato dalla Morte, giocatrice implacabile, e dagli eventi, finisce per perderla. Ma fa in tempo ad allontanare da sé, e quindi dalla Morte, l'innocente famiglia degli attori e a rivedere la sua donna, che lo ha atteso fedelmente nel castello. Antonius, che si è reso conto degli errori e dei peccati commessi e se n'è pentito, si abbandona fiducioso alla misericordia divina.

CRITICA DI IL SETTIMO SIGILLO:

" La vicenda del cavaliere, che nella tragica realtà che lo circonda vede riflesso il suo intimo dramma, s'ispira ad un simbolismo, che nella pur raffinata rappresentazione cinematografica, risulta talvolta vago. Cionondimeno si riscontrano nel film momenti di grande eficacia espressiva. Regia intelligente, buona interpretazione, ottima fotografia." (Segnalazioni cinematografiche, vol. 47, 1960)

CURIOSITÀ SU IL SETTIMO SIGILLO:

- PRIMA PROIEZIONE 16-2-1957.- PREMIO SPECIALE DELLA GIURIA AL FESTIVAL DI CANNES (1957).

SOGGETTO:

OPERA TEATRALE "TRAMALNING" DI INGMAR BERGMAN

IL CAST DI IL SETTIMO SIGILLO:



Lascia un Commento
Lascia un Commento